Dedali - lines, surfaces, tangles
Project info

DEDALI
Lines, surfaces, tangles
*
*
“Dedali” richiama il Labirinto del mito cretese, un luogo in cui la regolarità delle forme fa perdere la veduta d’insieme e confonde, nascondendo la via d’uscita. Richiede un punto di osservazione alternativo, un´astrazione, una razionalità che la fotografia invece può fornire.
Le fotografie qui presentate, eseguite negli ultimi anni in varie parti d´Europa, sono immagini della quotidianità. Il gioco delle linee, delle luci e delle ombre, il loro rapporto mostrano insieme regolarità e caos. In esse emerge il tema dell’ordine e del disordine e della loro contraddittoria convivenza, come sempre nella vita. Parallelamente la serie di fotografie può anche essere letta come dialogo, contrappunto tra natura e le costruzioni dell´uomo. Le strutture complesse sviluppate dalla natura intorno a strutture semplici e lineari costruite dall’uomo. Spesso solo il punto di vista o la scala dell’osservazione separano l´ordinato dal confuso, il naturale dall´artificiale.