Signori, la scena è servita