Wonderwall
Project info

"And all the roads we have to walk are winding
And all the lights that lead us there are blinding
There are many things that I
Would like to say to you
But I don’t know how"
Alessandro è il mio secondogenito.
Alessandro segna il punto in cui ho assorbito, ricondotto e rimanipolato la violenza ostetrica subita nel mio primo parto.
E' il mio riscatto, la mia rivincita personale su la parte femmile più profonda e primitiva che mi era stata tolta.
Alessandro è arrivato in punta di piedi,con i suoi lunghissimi tempi di gestazione a cui non sono corrisposti gli stessi tempi di travaglio,in acqua, al buio, ad accoglierlo c'era il silenzio, la musica, gli occhi vigili della nostra ostetrica e nient'altro.
Nient'altro serve ad un bambino per nascere, se non la sua sapienza e la sapienza di sua madre.
Alessandro ha stravolto le nostre vite ed è rimasto a guardare.